«

»

Feb
08

Rivalutazione degli atleti già in possesso di idoneità agonistica post-Covid19

Al fine di garantire la massima informazione possibile, riportiamo  il documento contenente tutte le informazioni relative al “RETURN TO PLAY” (la modalità di rivalutazione degli atleti già in possesso di idoneità agonistica post-Covid19) al quale tutte le Società Sportive, che hanno come riferimento la AUSL di Bologna, dovranno attenersi.
“””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””””
Gent.me/mi,
in base alle disposizioni contenute nella Circolare del Ministero della Salute gli atleti che hanno sviluppato una positività da Sars-COV-2, in corso di validità della certificazione di idoneità alla pratica dello sport agonistico, per poter riprendere l’attività sportiva, devono presentare alla Società Sportiva un attestato denominato RETURN TO PLAY che autorizzi la ripresa dell’attività agonistica.
Non si può richiedere una nuova visita di idoneità.
La rivalutazione va richiesta alla Struttura Sanitaria o al Medico Specialista in Medicina dello Sport che ha rilasciato la certificazione di idoneità agonistica in possesso dell’atleta.
Per quanto riguarda gli atleti il cui certificato è stato rilasciato da un Centro pubblico dell’AUSL Bologna, queste sono le modalità di richiesta della rivalutazione:
· l’atleta dovrà inviare una mail al Medico che ha effettuato la visita oppure a med.sport@ausl.bologna.it indicando nel testo:
 I propri dati anagrafici;
 Il recapito telefonico;
 La data, la sede della visita ed il nome e cognome del medico certificatore
 La data di scadenza del certificato;
 La data del referto del tampone negativo o della lettera di fine isolamento
ricevuta dalla AUSL.
Successivamente l’atleta verrà contattato dal Medico o dalla segreteria della Medicina dello Sport che fisserà la data della rivalutazione.
Si sottolinea che in base alle raccomandazioni sopra citate, per essere sottoposti a detta rivalutazione devono essere trascorsi non meno di 30 giorni dalla guarigione secondo la normativa vigente.
Si ribadisce che detto percorso è riservato solo ed unicamente agli atleti il cui certificato in corso di validità è stato rilasciato da un ambulatorio di Medicina dello Sport Pubblico dell’AUSL di Bologna.